giovedì 18 ottobre 2007

LE NOVITÀ DI UBUNTU 7.10

Non potevo non scaricare immediatamente la nuova versione di Ubuntu,la 7.10 Giusty Gibbon.
Ekko qui le novità che troverete in questa release:
La prima novità che salta subito all'occhio è sicuramente quella che riguarda l'ambiente desktop. Così come anticipato nell'articolo della scorsa settimana, Ubuntu 7.10 è la prima distribuzione ad utilizzare tutte le funzionalità del nuovo GNOME 2.20. Altre interessanti novità sul versante Desktop riguardano in primis gli effetti 3D. Ubuntu è infatti anche una delle prime distribuzioni ad adottare Compiz Fusion in maniera predefinita. Grazie a quest'ultimo, frutto del lavoro congiunto dei due famosi desktop 3D Compiz e Beryl, Ubuntu si pone sin da subito come concorrente di altri sistemi operativi e di altri ambienti desktop 3D. Per facilitarne la configurazione sembra che l'ultima versione della distribuzione sia anche in grado di riconoscere automaticamente se l'hardware della propria macchina sia effettivamente in grado di utilizzare Compiz. In caso affermativo, verrà attivato in maniera predefinita altrimenti potrete comunque utilizzare il normale ambiente desktop. Tutta nuova anche la funzione Desktop search che permette di rendere molto più immediata e veloce la ricerca di documenti, foto, musica, video e molto altro ancora sia sul proprio computer che su una serie di risorse in rete, tra cui ovviamente Google.
Analizzate tutte le novità lato Desktop, presentiamo le altre. La prima è quella che coinvolge la gestione degli account utente. In particolare, ora è possibile cambiare velocemente utente e spostarsi tra le varie sessioni senza dover per forza inserire username e password ripetutamente. La gestione degli utenti e degli accessi è stata poi ulteriormente migliorata, rendendo l'intero processo un vero gioco da ragazzi. Dalla nuova versione di Ubuntu anche tutti i plug-in di Firefox saranno facilmente configurabili e rintracciabili attraverso un nuovo strumento di ricerca, incorporato nella distribuzione, che funziona allo stesso modo del gestore dei pacchetti.

Sono notevoli inoltre le funzionalità a livello di configurazione del sistema. Con Gutsy Gibbon, tutti gli utenti avranno finalmente la possibilità di configurare senza nessun problema uno o più monitor per il proprio sistema oltre che avere a disposizione una vasta scelta di driver video come quelli di ATI, nVidia ed Intel. I nuovi strumenti di configurazione permettono anche il supporto alle opzioni di "X Resize" e "X Rotate Extension", non ancora presenti nelle versioni precedenti. Attraverso questo migliorato strumento di configurazione di X è poi possibile cambiare driver, utilizzando quello che più si adatta alle proprie esigenze, cambiare la risoluzione, la frequenza di refresh del monitor e svariate altre piccole, ma fondamentali, opzioni. Migliorato, e di molto, anche il supporto all'installazione automatica delle stampanti. Stando alle note ufficiali di rilascio sembra che la nuova Ubuntu sia in grado di riconoscere automaticamente tutte le stampanti semplicemente collegandole all'apposita porta.
Ekko qui sotto una schermata della nuova Ubuntu:

Avete mai avuto problemi con i driver non-liberi? Un nuovo strumento, chiamato Restricted Manager è in grado di supportarli e lo fa nel momento in cui si accorge che qualche periferica sul vostro computer può lavorare meglio con uno di loro che al posto di un corrispettivo driver libero. Sarete avvertiti da una semplice pop-up e poi toccherà a voi decidere se utilizzarli o meno. Tra i driver ora supportati ci sono quelli che riguardano i chipset Broadcom per le schede Wireless e i Winmodem, utilizzati maggiormente sui computer portatili.

A livello hardware è da ricordare la gestione migliorata dell'energia, grazie all'ultima versione del kernel e alla funzionalità Dynticks. Quest'ultima permette al processore di consumare meno energia quando non utilizzato. La funzionalità in questione sarà molto utile soprattutto agli utenti che utilizzeranno Ubuntu su computer portatili, dove la durata della batteria, ed il risparmio energetico, hanno un'importanza cruciale. Per quanto riguarda l'interoperabilità con altri sistemi operativi, Ubuntu Gutsy Gibbon è ora in grado di leggere e scrivere su partizioni Ntfs, grazie all'utilizzo degli strumenti messi a disposizione dal progetto NTFS-3g. Questo rende sicuramente molto più efficiente l'intero sistema a chiunque lo utilizzi insieme a Microsoft Windows e ha dunque bisogno di scambiare e leggere documenti da più partizioni.

Sul lato della sicurezza è degna di nota l'inclusione del framework per l'utilizzo di AppArmor. Così come cita il sito web ufficiale del progetto, di casa Novell, AppArmor è uno strumento per la protezione delle applicazioni progettato per fornire un framework per la sicurezza ad elevate prestazioni e facile da usare. AppArmor protegge proattivamente il sistema operativo e le applicazioni da minacce interne o esterne, perfino da attacchi "zero-day", forzando un comportamento corretto e addirittura impedendo che siano sfruttati i difetti sconosciuti delle applicazioni.

....bhè che dire....provatela a ne rimarrete entusiasti sotto tutti i punti di vista!
Ottimo lavoro allo staff Ubuntu quindi...;)

Nessun commento:

Come vedere Tv su Android :)

Salve a tutti, oggi voglio parlarvi di come si può vedere la tv in qualsiasi posto siate usando il servizio IPTV. Intanto vediamo di ca...